Sei in: Pubblicazioni | News | News dalla Cardiologia: impiantato un pacemaker senza fili. Primo centro in Bergamo e provincia

News dalla Cardiologia: impiantato un pacemaker senza fili. Primo centro in Bergamo e provincia

E’ stato impiantato per la prima ieri mattina all’ospedale Bolognini di Seriate dal direttore dell’Unità Operativa di Cardiologia, dott. Maurizio Tespili e dal suo staff, il pacemaker senza elettrocateteri St. Jude Medical Nanostim, il primo e unico pacemaker attualmente disponibile sul mercato progettato per essere impiantato direttamente nel cuore senza elettrocateteri e senza dover creare una tasca sottocutanea per l’alloggiamento dello stesso.

L’Ospedale Bolognini è uno dei primi centri al mondo ad impiantare questa nuovissima tecnologia.

 

Diversamente dai pacemaker tradizionali, il cui impianto richiede un intervento chirurgico invasivo, il pacemaker St. Jude Medical Nanostim viene impiantato direttamente nel cuore tramite una procedura mininvasiva. Il dispositivo viene posizionato mediante un catetere manovrabile attraverso la vena femorale. L’approccio meno invasivo elimina la necessità di creare la tasca anatomica per il posizionamento del pacemaker riduce le potenziali complicazione generali, compresi il rischio di infezione annesso alla tasca e quello di malfunzionamento degli elettrocateteri stessi.

 

Questo pacemaker presenta delle dimensioni corrispondenti a solo il 10 per cento di quelle dei pacemaker tradizionali. Il formato ridotto del dispositivo e l’assenza della tasca chirurgica migliorano il comfort del paziente. Inoltre, l’eliminazione delle limitazioni delle attività fisiche del pazienze tese a prevenire la dislocazione o il danneggiamento degli elettrocateteri standard potrebbero determinare un miglioramento della qualità di vita dei pazienti.

 

I pacemaker cardiaci vengono impiegati per il trattamento della bradicardia, ossia un battito cardiaco eccessivamente lento. Tali dispositivi monitorano la funzionalità cardiaca e trasmettono impulsi elettrici quando il battito cardiaco rallenta eccessivamente in base ai requisiti fisiologici di ciascun paziente. I portatori di pacemaker nel mondo sono circa 4 milioni, in Italia circa 700.000. Ogni anno in Italia vengono impiantati circa 60.000 nuovi pacemaker, circa 700.000 nel mondo. I

 

ultima modifica 17 gennaio 2014