Sei in: Pubblicazioni | News | Alzano, servizio di anestesia 24 ore su 24

Alzano, servizio di anestesia 24 ore su 24

 

È attivo dal primo luglio ma solo ieri mattina il servizio di guardia anestesiologica presso l'ospedale di Alzano è stato presentato a una folta schiera di medici primari e di responsabili di unità operative. Guardia anestesiologica significa la presenza per ventiquattro ore di un medico anestesista disponibile sia per emergenze di pronto soccorso sia per le urgenze nei reparti di degenza. La presenza di numerosi dirigenti medici ha affermato spontaneamente il grado di soddisfazione raggiunto con questa iniziativa, illustrata dal direttore generale dell'Azienda ospedaliera Bolognini, Amedeo Amadeo, e dal direttore sanitario Michele Tumiati.
Amadeo non ha mancato di ripartire in eguale misura fra dirigenza e personale primario e secondario il merito dell'istituzione del servizio «perché ognuno di voi, ogni unità operativa ha rinunciato a qualche esigenza del proprio reparto pur di far partire l'anestesiologia per 24 ore. Avremmo voluto averla un anno fa ma le norme legislative sul blocco delle assunzioni hanno ritardato l'attuazione. Adesso ci siamo e l'ospedale di Alzano viaggia nell'élite provinciale. Alla base di questo servizio ci sono stati due fattori: la ferrea tenacia nel volerlo, e il personale dell'ospedale che si è sempre reso disponibile senza frapporre intoppi».
L'anestesiologia fa perno in particolare sul Pronto soccorso e sull'Ostetricia. Amadeo ha aggiunto: «Stiamo modernizzando tutti i sette ospedali dell'Azienda: stiamo facendo alberghi di 3 e 4 stelle». Tanto che per alcuni dei presenti «l'ospedale di Alzano è una clinica».
«Ricordo benissimo - ha appuntato Tumiati - che al mio insediamento come direttore sanitario, un paio di anni fa, nel presentarmi qui all'ospedale di Alzano mi venne plebiscitariamente chiesta una cosa soltanto: l'anestesista per 24 ore. Pur nella esiguità delle risorse umane ed economiche ce l'abbiamo fatta. Ci sono diverse cose da migliorare ma intanto una è andata a posto».
Il servizio fa capo a Nicola Purita, direttore del dipartimento di emergenza e accettazione nell'Azienda Bolognini e primario di anestesia e rianimazione ad Alzano. «Un traguardo atteso da molti anni -ha osservato - un servizio ormai indispensabile considerato che nel 2008 abbiamo avuto 33 mila accessi al Pronto soccorso, quattromila interventi chirurgici, 1.200 nascite di bambini. Con l'anestesista accanto, tutti sono più tranquilli, medici e pazienti. Ora affermeremo ancora di più uno dei servizi di cui siamo stati pionieri in Bergamasca e anche in Lombardia: l'anestesia in travaglio».
Nei commenti dei primari intervenuti il gradimento di poter contare su questa presenza. Per Giuseppe Amuso, primario di ostetricia e ginecologia ad Alzano, «questo servizio proietta il nostro ospedale fra le alternative all'ospedale di Bergamo che avrà una diversa organizzazione e serviranno ospedali periferici». È «strafelice» Bruno Baracchi primario di pediatria a Seriate. Per Giuseppe Nastasi, primario di oncologia ad Alzano, «l'ospedale è ancora più qualificato e sicuro per i pazienti, e riafferma le sue grandi professionalità». Nelle prossime settimane il servizio sarà aumentato di due medici.

Fonte: L'Eco di Bergamo 6 agosto 2009, articolo di E.Casali

ultima modifica 06 agosto 2009