Sei in: Azienda | Codice Etico | Dichiarazioni d'intenti dell'Azienda

Dichiarazioni d'intenti dell'Azienda

Principi generali

L’Azienda, consapevole che il suo dovere primario è il conseguimento dell’interesse pubblico, si impegna ad operare, ad ogni livello, in piena conformità a quanto previsto dal Codice Etico, ed a dotarsi degli strumenti più opportuni affinché lo stesso sia pienamente applicato dai Destinatari e dai Terzi, affidando il controllo del corretto adempimento di quest’impegno ad un Comitato di Valutazione, dotato di piena autonomia ed indipendenza rispetto all’Azienda stessa.

I principi contenuti nel Codice Etico improntano l’Attività di tutti i destinatari a qualsiasi livello, ma soprattutto indirizzano l’attività dei Destinatari con incarichi dirigenziali dell’Azienda, stante non solo la loro maggiore responsabilità ma anche essere il loro punto di riferimento gestionale organizzativo per tutti i Destinatari. L’Azienda si impegna altresì affinché tutti i suoi rapporti con i Terzi siano improntati alla piena osservanza del Codice Etico e adotta gli strumenti necessari affinché tale impegno venga rispettato e la sua violazione sia sanzionata.

Divulgazione delle norme e promozione delle condotte etiche

A tal fine si impegna a far sì che il contenuto del Codice Etico stesso divenga patrimonio comune di tutti i Destinatari che prestano la loro opera nell’interesse dell’Azienda.

L’Azienda si impegna ad adottare tutte le misure ritenute più opportune per assicurare la necessaria diffusione e conoscenza del Codice Etico. In particolare l’Azienda si impegna:

  • Ad allegare il Codice Etico alla Carta dei Servizi, al fine di evidenziare come l’erogazione delle prestazioni richieste debba sempre svolgersi in conformità allo spirito ed alla lettera della disciplina etica voluta dall’Azienda;
  • A trasmettere copia del Codice Etico a tutti gli Enti pubblici e privati con i quali l’Azienda intrattiene rapporti;
  • Ad assicurare la massima diffusione del Codice Etico presso i Destinatari attivando anche, d’intesa con le rappresentanze sindacali, incontri di informazione e formazione sul contenuto e sulla concreta applicazione del Codice Etico.

E’ dovere di tutti i Destinatari conoscere il contenuto del Codice Etico Comportamentale, comprenderne il significato ed eventualmente attivarsi per chiedere gli eventuali chiarimenti in ordine allo stesso.

In ragione di ciò, i destinatari hanno l’obbligo di:

  • Dare corretta applicazione a quanto disposto dal Codice Etico;
  • Informare i Terzi in merito al contenuto del Codice Etico, precisando che l’instaurazione di rapporti con l’Azienda comporta l’accettazione, da parte dei Terzi, dell’obbligo di adeguare la propria condotta a quanto previsto dal Codice Etico;
  • Informare il presidente del Comitato di Valutazione di eventuali violazione del Codice Etico da parte di altri Destinatarie/o Terzi di cui essi siano venuti a conoscenza anche al di fuori dello svolgimento delle funzioni cui sono preposti in seno all’Azienda;
  • Prestare la massima collaborazione al Comitato di Valutazione allorché ne siano richiesti dallo stesso;
  • Evidenziare alla Direzione Generale, e al Presidente del Comitato di Valutazione eventuali situazioni critiche o momenti di difficoltà nel dare attuazione a quanto previsto nel Codice Etico.

E’ dovere di tutti i Terzi conoscere ed osservare il contenuto del Codice Etico impegnandosi a dare attuazione allo stesso prima di assumere qualsivoglia impegno contrattuale con l’Azienda.

Vigilanza sul rispetto del Codice Etico

L’Azienda si impegna a sanzionare le violazioni del Codice Etico e così a dar corso alle decisioni assunte dal Comitato di Valutazione secondo le modalità esplicitate nelle disposizioni che disciplinano il funzionamento del Comitato di Valutazione stesso di cui al Regolamento applicativo del presente Codice.

Al fine di dare piena efficacia giuridica al Codice Etico e di corredare la sua applicazione con un adeguato apparato sanzionatorio che ne consenta una piena precettività, i Destinatari ed i Terzi sono informati del fatto che la loro collaborazione con l’azienda presuppone inderogabilmente non solo la piena conoscenza del Codice Etico Comportamentale, ma anche la consapevolezza che la violazione dello stesso configura una violazione degli impegni assunti nel collaborare con l’Azienda e comporta la conseguente applicazione di sanzioni.

L’Azienda si impegna altresì:

  • A dar corso, su iniziativa della Direzione Generale, o del Presidente del Comitato di Valutazione, a verifiche periodiche con la scadenza semestrale in ordine allo stato d’attuazione del Codice Etico Comportamentale, rilevandone eventuali carenze e difficoltà;
  • A dar corso agli aggiornamenti del Codice che si rendessero necessari, su sollecitazione dei soggetti di cui alla lett. a), a seguito di modifiche dell’Attività gestionale o dell’assetto organizzativo dell’Azienda o in ragione di particolari iniziative programmate dalla stessa Azienda.

 

ultima modifica 13 maggio 2016