Sei in: Azienda | Codice Etico | Preambolo e definizioni

Preambolo e definizioni

Il presente Codice Etico e i comportamenti previsti nel Codice disciplinare, nonché i valori etici espressi nella Carta dei Servizi Aziendali riflettono i principi ispiratori del D.Lvo 8 giugno 2001, n°231, in riferimento ai comportamenti tenuti nello svolgimento delle proprie funzioni in seno all’Azienda, da soggetti in posizione apicale o da sottoposti, ed implementa in modo coerente l’assetto organizzativo e funzionale definito nel Piano di Organizzazione e Funzionamento Aziendale.

La consapevolezza della non soggezione degli Enti Pubblici e, tra questi, dell’Azienda Ospedaliera, al regime tracciato dal D.Lvo 8 giugno 2001, n°231, ha condotto la stessa Azienda a delineare un modello comportamentale che, da una parte trae solo spunti e marginali ambiti di applicazione del quadro normativo che disciplina la responsabilità amministrativa dell’ente ma, dall’altra, ne amplia le finalità, fino ad individuare un complesso di regole di valore etico cui devono attenersi l’Azienda, i suoi dipendenti e collaboratori nonché gli altri soggetti che hanno rapporti con l’Azienda, nello svolgimento delle attività di rispettiva competenza.

Il Codice è pertanto caratterizzato dalla trasposizione dei principi e dal riferimento ai soggetti che costituiscono i profili qualificanti del D.Lvo 8 giugno 2001, n°231, il cui adattamento ad un contesto ospedaliero pubblico comporta l’articolazione delle disposizioni in esso contenute sulla base delle definizioni di seguito riportate.

Attività: Si intende qualsiasi atto posto in essere dall’Azienda ovvero qualsivoglia condotta tenuta dai Destinatari nello svolgimento dei compiti ad essi riservati dalla legge o ad essi assegnati sulla base del loro contratto di lavoro e degli atti attraverso i quali sono stati attribuiti loro, in relazione alle funzioni espletate all’interno dell’Azienda, specifici incarichi ovvero qualsivoglia atto posto in essere da Terzi nello svolgimento di rapporti con l’Azienda giuridicamente significativi.

Azienda: Si intende l’Azienda Ospedaliera Bolognini di Seriate, Sede Amministrativa in via Marconi n°38, 24068 Seriate (BG).

Carta dei Servizi: Si intende l’atto in cui trovano descrizione i servizi offerti dall’Azienda e le modalità organizzative di erogazione delle prestazioni. Assume inoltre i caratteri di strumento di conoscenza e promozione per l’Utente.

Codice Etico CE: E’ il documento ufficiale dell’Azienda che contiene la dichiarazione dei valori, l’insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità dell’ente nei confronti dei “portatori di interesse” (dipendenti, fornitori, utenti, ecc……) .

Codice Etico-comportamentale: Si intende il sistema di autodisciplina aziendale costituito da Codice Etico e Modello Organizzativo, la cui applicazione è sottoposta al controllo di un Comitato di Valutazione.

Destinatari: Si intendono tutti i dipendenti dell’Azienda con qualsivoglia funzione e qualifica nonché:

  • i professionisti che, in forma individuale o quali componenti un’associazione professionale, erogano prestazioni in forma coordinata e continuativa nell’interesse dell’Azienda
  • i soggetti, persone fisiche o giuridiche, cui l’Azienda affida, in via continuativa, lo svolgimento di svolgimento dei servizi di sua competenza e la cui attività è, di conseguenza, pienamente inserita nell’organizzazione stessa dell’Azienda

Sono invece esclusi dalla definizione di “Destinatari” i professionisti che svolgono un’attività professionale in modo saltuario, in quanto non soggetti alla direzione e vigilanza delle figure di cui all’art.5, lett.a), del D.Lvo n°231/2001.

Direzione strategica: E’ composta dal Direttore Generale, Direttore Sanitario e Direttore Amministrativo. Modello organizzativo: Documento dell’azienda in cui sono riportate le procedure da seguire nello svolgimento delle attività in maniera da rispettare i valori e i principi enunciati nel Codice Etico.

Organo di Revisione Contabile: Si intende il Collegio sindacale qualificato dalla legge come organo dell’Azienda, e preposto a verificare la legittimità contabile dei provvedimenti e dei contratti sottoscritti dal Direttore Generale o da ogni altro Destinatario titolato degli idonei poteri.

Comitato di valutazione (CdV): Si intende l’Organo costituito in forma collegiale, dotato di autonomia e indipendenza rispetto all’organo di gestione dell’Azienda, e preposto a vigilare in ordine all’efficacia ed all’osservanza del Codice Etico.

Piano di Lavoro: Si intende il documento contenente la pianificazione delle attività da svolgere.

Piano di Organizzazione e Funzionamento Aziendale (POFA): Si intende l’atto fondamentale dell’Azienda, nel quale vengono disciplinati la missione, gli elementi strutturali, organizzativi e in parte i poteri.

Regolamenti Aziendali: Si intendono gli Atti preposti a disciplinare Organismi, Funzioni e Procedure dell’Azienda in applicazione della legge, della contrattazione collettiva ed Aziendale, nonché delle disposizioni contenute nel POFA.

Struttura Complessa: Si intendono gli immobili, i mezzi e le dotazioni di personale professionale e non, organizzati e finalizzati all’erogazione di prestazioni sanitarie od amministrative, accomunate secondo criteri di omogeneità e riferibilità ad una disciplina medica o ad un ramo dell’Amministrazione. A ciascuna struttura è preposto un Direttore.

Terzo: Si intende qualsivoglia persona, fisica o giuridica, tenuta ad adempiere ad una prestazione d’interesse per l’Azienda e che comunque intrattiene rapporti con l’Azienda senza essere qualificabile come Destinatario.

Utente: Si intende qualsivoglia persona fisica che, rapportandosi con l’Azienda, usufruisce delle prestazioni e dei trattamenti sanitari dalla stessa erogati.

ultima modifica 13 maggio 2016