Sei in: Homepage | Amministrazione Trasparente | La Collaborazione dei Cittadini per Anticorruzione e Trasparenza

La Collaborazione dei Cittadini per Anticorruzione e Trasparenza

logo asst bergamoest

Il benessere di una popolazione dipende in larga misura dalle azioni concrete adottate per sostenere lo sviluppo socioeconomico, contrastare la povertà e l’esclusione sociale, ridurre le diseguaglianze, promuovere e sostenere la salute; la tutela della salute è un diritto fondamentale e al contempo un impegno, per il singolo e per la collettività.

La tutela della salute è riconosciuta dalla nostra Costituzione “come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività” (art. 32). Diritti che costituiscono conquiste di civiltà e in quanto tali indisponibili e inalienabili. Proprio per questi motivi la salute è un bene prezioso, che va preservato da ogni contaminazione e da ogni opacità.
È un bene “di tutti e di ciascuno”, in questo senso potrebbe essere considerato un “bene comune”, come l’aria, l’acqua, la conoscenza, il territorio e il paesaggio. Un bene che ha a che fare con le persone (e le comunità) e che comporta l’assunzione di una responsabilità sociale da parte della collettività che, in modo attivo, difende, tutela e promuove la salute.

Il sistema di tutela della salute è una rete di relazioni, di professionisti, di persone, di imprese, di associazioni, di istituzioni, di regole, di convenzioni, di energie, di capacità. Una rete il cui funzionamento dipende dalla capacità di tutti i soggetti che la costituiscono a partecipare e co-operare con equilibrio e trasparenza, conciliando, tramite le regole del settore pubblico, il sistema di valori di ciascuno con le miriade di interessi coinvolti.

Trasparenza, legalità, fiducia, integrità sono elementi essenziali nella costruzione di un sistema di tutela della salute e, di conseguenza, nella promozione del benessere.

Ministero della Salute, Anac e Agenas hanno messo in piedi un vero e proprio sistema di prevenzione dei fenomeni di corruzione nell’ambito sanitario, indicando misure, strumenti e forme di controllo chiare e specifiche rivolte alle strutture sanitarie.
Anche la nostra ASST ha predisposto uno specifico Piano per la Prevenzione della Corruzione e la Trasparenza, che prevede tra l’altro un ruolo attivo dei cittadini nel segnalare condotte illecite e relative forme di tutela del cittadino o dipendente. Il coinvolgimento dell’utenza e l’ascolto della cittadinanza è particolarmente importante in relazione alla prevenzione della corruzione ed all’emersione dei fatti di cattiva amministrazione e di fenomeni corruttivi. In questo contesto il ruolo chiave può essere svolto anche dall’U.R.P., interfaccia d’elezione con la cittadinanza, per portare all’emersione di fenomeni corruttivi altrimenti “silenti”, altro canale possibile è l’utilizzo di  un modulo da inviare al Responsabile Prevenzione della Corruzione e Trasparenza, pubblicato sul sito internet aziendale, oppure scrivendo una mail ad un indirizzo dedicato.


In pratica:

1. Leggi il PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELLA TRASPARENZA

2. Segnala  episodi tramite
    - comunicazione a Ufficio Relazioni con il Pubblico (di persona nelle sedi e orari indicati) o con mail a urp @ asst-bergamoest.it
    - invio del Modulo per osservazioni al Piano triennale prevenzione corruzione e trasparenza (Versione Modificabile)
    - mail a whistleblower @ asst-bergamoest.it

3. Accedi  al sito Internet Aziendale www.asst-bergamoest.it per trovare maggiori informazioni – Sezione Amministrazione Trasparente

ultima modifica 28 gennaio 2019